Valeria Straneo

10686982_716890901721484_944342088686842699_nmarathon_londonValeria Straneo (Alessandria5 aprile 1976)

 

 

è un’atleta italiana specializzata nelle gare di fondo, in particolare la maratona.

Biografia

Malata di sferocitosi ereditaria, dopo un intervento di asportazione della milza, si è migliorata meritandosi la convocazione in nazionale ai Giochi olimpici di Londra 2012 nella maratona, grazie al sostegno della stessa FIDAL e del dott. Pierluigi Fiorella

Valeria Straneo durante la maratone di Mosca 2013
Valeria Straneo durante la maratone di Mosca 2013
Valeria Straneo in Cittadella a lezioni di yoga - Settembre 2014
Valeria Straneo in Cittadella a lezioni di yoga – Settembre 2014

10679877_338580509649557_6773707042083763200_o

 ottenendo l’ottavo posto con un tempo di 2h25’27”.

Nel 2013 ha corso a New York la mezza maratona in 1h13’57” e la stessa distanza in Sudafrica in 1h19′. Il 28 aprile partecipa e vince la Chia Laguna Half Marathon (a Chia in Sardegna), con il tempo di 1h13’50”. Nello stesso anno ha conquistato l’oro nella mezza maratona ai Giochi del Mediterraneo che si sono svolti a Mersin, in Turchia, stabilendo il nuovo record della manifestazione in 1h11’00”, distaccando nettamente l’algerina Souad Aït Salem e la turca Ümmü Kiraz.

Il 10 agosto conquista la medaglia d’argento nella maratona ai Mondiali di Mosca, concludendo la sua prova in 2h25’58”: dopo aver condotto in testa quasi tutta la gara viene superata nel finale dalla keniota Edna Kiplagat che bissa così il successo del precedente campionato mondiale. Il 6 ottobre 2013 vince la Rock’n’roll Half Marathon di Lisbona in 1h09’21”.

Il 16 agosto 2014 conquista agli Europei di Atletica di Zurigo, la medaglia d’argento nella maratona.

La mia Storia

Gli esordi, non solo corsa.

Il mio primo approccio con le gare di corsa è stato ai Giochi della Gioventù, alle elementari e poi alle medie, con le gare in pista e le campestri. Non mi allenavo di certo come intendiamo oggi, i miei “allenamenti” erano i giochi all’aria aperta con gli amici, in cortile o in campagna. In pratica correvo tutto il giorno, dietro ad una palla, dietro agli amici, pattinavo, andavo in bici, mi arrampicavo sugli alberi…
Grazie ai miei genitori che mi hanno sempre appoggiato nella scelta di praticare diversi sport, ho frequentato corsi di ginnastica artistica, nuoto, danza classica, sci di fondo e anche una piccola parentesi di apnea (mio marito è istruttore Apnea Academy)
Correre mi è sempre piaciuto, ho iniziato a farlo un po’ per caso: uscivo con scarpe improbabili, correvo un po’ agli argini del fiume Tanaro e Bormida e poi tornavo a casa, senza criterio, senza tabelle e senza orologio.

Nel 2000 mi sono messa in testa di correre la maratona con il solo scopo di portarla a termine. Ho esordito alla Turin Marathon, allenandomi per circa 70 km a settimana e ho concluso la mia prima maratona in 3h 32′.

Nel 2001 mi sono laureata all’università degli studi di Torino in lingue e letterature moderne e contemporanee e la corsa è stata messa un po’ in secondo piano per motivi di studio.

Nel 2002 ho iniziato ad allenarmi più seriamente grazie all’incontro con la mia attuale allenatrice Beatrice Brossa, che si era trasferita in Alessandria e allenava i ragazzi dell’atletica. Così mi sono iscritta all’ Atletica Alessandria e correvo con Laura ed Elisa le figlie della Bea e con suo marito Giorgio Costa. Ero sempre un po’ scostante negli allenamenti, invece mi divertivo molto a fare le gare, sia quelle domenicali nei paesi vicini ad Alessandria che quelle in pista, prediligendo comunque la strada e le gare lunghe.
Nel 2003 io e Bea abbiamo deciso di preparare la maratona in modo più serio. A Piacenza ho corso in 2h 48′, a Reggio Emilia in 2h 51′.
Nel 2004 sono passata alla Runner Team 99 di Volpiano, la mia attuale società. In quel periodo mi sono dedicata più che altro alla pista e alle gare più corte su strada.
Nel 2006 e nel 2007 sono nati i miei bimbi Leonardo e Arianna e quindi sono stata ferma un po’.
Nel 2009 ho ripreso l’attività agonistica, io e Bea abbiamo voluto preparare un’altra maratona, compatibilmente con gli impegni lavorativi ( nel frattempo ho cominciato a lavorare in un asilo nido come educatrice) e famigliari. A Carpi ho corso la Maratona d’Italia in 2h41′, mio nuovo personale sulla distanza. A fine anno ho cominciato ad avere problemi di salute.
Nel 2010 altro stop dovuto alla splenectomia.

Sferocitosi, splenectomia, rinascita atletica.

Sono affetta da una disfunzione genetica della membrana dei globuli rossi la sferocitosi: il globulo rosso è più fragile e viene distrutto dalla milza, che di conseguenza s’ingrossa, creando una situazione di anemia perenne.
Convivo da questa disfunzione dalla nascita, ma non mi aveva mai dato seri problemi a parte l’alterazione di alcuni valori ematici (bilirubina alta, emoglobina, ematocrito e globuli rossi bassi).
All’inizio del 2010 ho cominciato a stare davvero male, facevo fatica anche solo a camminare, ero sempre stanca ma davo la colpa alle troppe cose fatte in quel periodo: il lavoro al nido, i figli piccoli (notti insonni e tutto il resto) gli allenamenti e la maratona di Carpi 2009 ancora da smaltire. Nonostante tutto continuavo ad andare al lavoro facendo una fatica anomala, finché un giorno mio marito mi ha obbligato ad andare al pronto soccorso. Dopo l’esito degli esami del sangue mi hanno spedito subito in ematologia, decisi a farmi una trasfusione: i miei valori ematici erano davvero disastrosi. Nel reparto di ematologia quel giorno era presente la dottoressa Daniela Pietrasanta, mamma di una delle “mie” bimbe che frequentava il nido dove lavoravo, che prese a cuore il mio problema. Consultò per telefono i medici del Centro Malattie Rare di Milano e decisero di non trasfondermi ma di farmi una settimana di flebo di soluzione fisiologica e folati per tamponare la situazione e far salire un po’ i valori. Nel frattempo mi fecero mille altri esami perché oltre ad un’estrema stanchezza avevo episodi frequenti di dissenteria e dolori articolari fortissimi. L’ecografia all’addome rivelò una milza gigantesca: era lei che requisiva i miei globuli rossi e che comprimeva l’intestino causandomi sub-occlusioni quindi era necessaria la sua immediata asportazione. Il 14 maggio 2010 mi sottoposero ad un intervento di splenectomia in laparoscopia, ma la milza era talmente grossa che i medici non riuscirono a farla uscire per via laparoscopica e furono costretti a tagliare come se dovessero fare un cesareo. Effettivamente le dimensioni e il peso della mia milza potevano anche assomigliare a quelle di un neonato prematuro: 26 cm e 1,8 kg di peso. Mi hanno asportato anche la colecisti perché avevo i calcoli, sempre causati dalla sferocitosi. Finalmente potevo riprendere a correre, dopo essere stata quasi immobile per circa 5 mesi.

A fine giugno ero sulla linea di partenza della mezza maratona di Biella. I medici mi avevano dato l’ok per correre anche una 100km. Ho chiuso la mia prima gara post splenectomia in 1h21′, facendo una gran fatica gli ultimi km ma felicissima di aver ricominciato a correre. Nonostante la mia gioia per aver ripreso a correre non avevo più molta voglia di allenarmi, ero stata troppo male quindi volevo solo divertirmi e correre per il piacere di farlo senza dover essere vincolata a tempi, distanze o gare da preparare. Ho comunicato la mia decisione a Claudio Favaretto, presidente della Runner Team 99, che ha accolto la mia decisione con un po’ di rammarico ma con assoluta comprensione. Mi strappò però la promessa di fare i campionati di società a Pordenone, 10 km su strada. Intanto io, per un breve periodo mi sono dedicata al trail running , mia grande passione, ma senza velleità cronometriche. Durante l’estate ho partecipato alla 21 k della Chaberthon Marathon e all’Ivrea-Mombarone. Di allenarmi non avevo la minima intenzione, correvo solo per il piacere di farlo, mi divertivo molto ed ero in pace col mondo, questo mi bastava.
A settembre sono partita per Pordenone con molta svogliatezza, non mi stavo allenando e non mi sentivo particolarmente in forma anche se dopo l’operazione stavo molto bene di salute. Sarà stata la gioia di rivedere le mie compagne di squadra, l’aver respirato nuovamente le tensioni pre-gara e l’aver corso con le migliori italiane, da quel giorno mi è tornata la voglia di allenarmi nuovamente. Ho cominciato davvero per gradi: ho chiesto alla mia allenatrice di sempre Beatrice Brossa di farmi un programma molto leggero perché avevo intenzione di riprendere con molta calma, a misura di mamma lavoratrice. Mi sono data anche un obiettivo: la Stramilano ad aprile 2011. Ho cominciato a fare alcuni lavori di ripetute neppure una volta a settimana e a corricchiare si e no 5 gg a settimana. A marzo 2011 ho deciso di iscrivermi alla Lago Maggiore Half Marathon più che altro per allenarmi per la Stramilano e per passare una bella giornata con la la mia famiglia sul lago Maggiore. Ho corso questa gara in 1h13′ netti, abbassando addirittura di un minuto il mio vecchio personal best. Ero davvero stupita e stimolata da questo risultato inaspettato, così io e Bea abbiamo deciso di rimetterci in gioco. I miglioramenti che ho avuto in poco tempo sono stati incredibili. I miei valori ematici erano perfetti e stavo benissimo. In estate prese forma l’idea di provare a fare il minimo olimpico in maratona e a settembre questo incredibilmente si avverò: 2h 26′ 33″, ampiamente sotto al minimo richiesto (2h30′).
Questo risultato ha dato sicuramente una svolta alla mia carriera agonistica tanto che decisi di lasciare il lavoro per dedicarmi completamente all’atletica.

2012, anno olimpico

Il 2012 è stato per me ricco di soddisfazioni e di successi personali. Il fatto che fosse anche l’anno olimpico ha sicuramente contribuito alla realizzazione di alcuni importanti risultati, tappe di avvicinamento a quello che è un po’ il sogno di ogni atleta: l’Olimpiade.

La mia crescita atletica ha trovato la sua massima espressione in due importanti occasioni: il 26 febbraio alla Roma-Ostia, mezza maratona valida anche come Campionato Italiano assoluto e il 15 aprile alla Maratona di Rotterdam. In entrambi i casi ho ottenuto le migliori prestazioni italiane sulla distanza ( 67’46” nella mezza e 2h23’44” in maratona). Grazie al risultato raggiunto a Rotterdam sono entrata a far parte della squadra olimpica di maratona. Alle Olimpiadi di Londra mi sono classificata 8a con 2h25’27”, con un po’ di rammarico per non essere riuscita a dare il massimo a causa di problemi intestinali patiti negli gli ultimi 10 km di gara. Ho chiuso l’anno con un 3o posto alla Turin Marathon in 2h27’04”.

2013, Mondiali di Mosca (Russia)

Il 2013 è cominciato, da un punto di vista atletico, non troppo positivamente. Le fatiche dell’anno precedente hanno lasciato strascichi fisichi e mentali. Dopo la Turin Marathon corsa a novembre 2012 mi sono dovuta fermare per un mese intero a causa di un’edema osseo al ginocchio destro. Questo lungo stop mi ha permesso di guarire completamente ma è stato deleterio per la mia vita sportiva: riprendere a correre a certi livelli non è stato per nulla facile. Infatti le prime gare dell’anno non sono state soddisfacenti, soprattutto la mezza maratona di NY terminata in 1h13’57”. Ho cominciato ad entrare in forma in occasione dei campionati italiani sui 10.000 di Ancona a fine maggio e a giugno quando ho vinto l’oro sulla mezza maratona ai Giochi del Mediterraneo di Mersin.

Argento individuale, oro a squadre

Europei di Zurigo – Agosto 2014

aa


Arrivo a Zurigo

Oggi 13 Agosto, Valeria insieme ad altri atleti italiani è arrivata a Zurigo pronta per gareggiare Sabato 16 Agosto alle ore 9:00 nella maratona valida per il titolo europeo (diretta su Raisport).

Dopo il raduno in altura di St. Moritz, Valeria ha passato due settimane ad Alessandria per ultimare la preparazione al fine di trovare la migliore condizione per l’appuntamento.


Valeria vince la Cortina Dobbiaco

Il 1° Giugno 2014 Valeria ha vinto la quindicesima edizione della Cortina-Dobbiaco Run. Quasi 5000 atleti alla partenza nel classico tracciato di 30km che va dal capoluogo ampezzano a Dobbiaco dove l’azzurra ha bissato il successo dello scorso anno chiudendo in 1h50:09.

Nel 2013 aveva stabilito anche il primato della manifestazione in 1h47:39. “Questo percorso – racconta l’alessandrina del Runner Team 99 – mi era piaciuto molto e ho trovato che fosse ben allenante per questo periodo della mia preparazione. Il clima era perfetto e non ho avvertito nessun tipo di fastidio al tendine che mi aveva dato qualche problemino tempo fa. E’ stato un buon test e, dopo quattro mezze maratone, anche la gara più lunga che ho corso quest’anno.


Conferenza a Lanciano (Chieti)

Il 10 e 11 Maggio 2014 Valeria ha partecipato alla conferenza “Correre, un gesto naturale che ti porta a vincere!” organizzata a Lanciano dove i partecipanti hanno potuto fare domande sulle metodologie di preparazione e su curiosità in genere.

Nel corso delle due giornate Valeria ha avuto modo di correre insieme ai ragazzi dei gruppi podistici di Lanciano.


Valeria ottava ai Mondiali di Mezza a Copenaghen

Valeria di piazza ottava ai mondiali di mezza maratona a Copenaghen.La squadra italiana si piazza 4° alle spalle del Giappone per soli 24 secondi.

Qui di seguito le parole di Valeria subito dopo la gara:

“Sono soddisfatta della mia gara non potevo chiedere di più, tempo e piazzamento sono in linea con le mie aspirazioni. Sono stata pienamente in corsa almeno fino al quindicesimo chilometro, poi, quando le keniane hanno ulteriormente velocizzato il ritmo, per me si è fatta molto più dura. Ho cercato in tutti i modi di tenere testa alla francese Daunay, ma non sono riuscita a recuperare su di lei, mi è sempre rimasta a pochi metri. Di buono c’è invece che nel finale sono risalita di due posizioni, e questo è un ulteriore elemento positivo nella valutazione della mia corsa di oggi. Sì, decisamente penso di essermi sbloccata, ora guardo avanti, al resto della stagione, con maggiore fiducia”.


Campionati del Mondo di mezza maratona

Sabato 29 Marzo, Valeria parteciperà ai Campionati del Mondo di mezza maratona, in programma a Copenaghen (Danimarca).

La squadra italiana femminile è composta da Valeria Straneo, Nadia Ejjafini, Anna Incerti, Veronica Inglese e Fata Maraoui.


Intervista ritiro Poggio all’Agnello

Video intervista realizzata a Poggio All’Agnello durante il raduno federale di Febbraio realizzata da www.outdoorsportsfestival.it


Sesta alla mezza maratona di Lisbona

Valeria Straneo si piazza sesta nella XXIV Mezza Maratona di Lisbona (IAAF Gold Label Road Race). Con il tempo di 1h09:47 è la prima europea al traguardo.

Il commento di Valeria appena terminata la gara: “Sinceramente oggi mi aspettavo un tempo migliore e invece alla fine ho fatto quasi lo stesso crono con cui a febbraio ho vinto i Tricolore di Verona (1h09:45). Peccato perchè questo percorso è davvero velocissimo e io mi sentivo in condizione di fare meglio, ma forse devo ancora smaltire il carico di lavoro dell’ultimo raduno. Diciamo che questa mia terza uscita stagionale è stata discreta, una tappa di passaggio verso i prossimi Mondiali di mezza maratona a Copenaghen (29 marzo 2014)”.


Mezza maratona di Lisbona

Il 16 Marzo 2014, Valeria parteciperà alla ventiquattresima mezza maratona di Lisbona, importante appuntamento internazionale.

Questo evento è la prima gara all’estero del 2014 per Valeria appena rientrata da tre settimane di raduno federale presso Poggio all’ agnello in Toscana.


Valeria Straneo sostiene Sorrisi di madri africane

Valeria Straneo sostiene Sorrisi di madri africane del CCM. Puoi farlo anche tu iscrivendoti alla Milano City Marathon tramite il CCM!

Valeria ha deciso di sostenere la campagna per la salute di mamme e bambini in Africa che il CCM sta portando avanti in Burundi, Uganda, Etiopia, Somalia, Kenya e Sud Sudan perché il diritto alla salute deve essere garantito anche a chi è nato in una parte del mondo povera e difficile. Entro il 2015 grazie a Sorrisi di madri africane saranno garantire assistenza durante gravidanza e parto a 200.000 donne, vaccinazioni e cure a 500.000 bambini, formazione in ostetricia e pediatria a 1.700 operatori sanitari.

Sostenere il CCM in questa grande sfida è importante e in questo caso anche molto semplice: iscrivendosi alla Milano City Marathon tramite il CCM l’organizzazione destinerà 10 euro della quota a Sorrisi di madri africane. Il costo per la partecipazione alla maratona e per la staffetta rimane lo stesso, ma una parte diventa visite, vaccinazioni, corsi di formazione!!!

Date anche voi il vostro contributo per il diritto alla salute: iscrivetevi alla maratona o alla staffetta tramite il CCM! Tutte le info e i moduli di iscrizione li trovate cliccando qui.

Grazie,

Valeria


Campionati italiani di mezza maratona 2014

Nella settima edizione della “Giulietta & Romeo Half Marathon a Verona, in una gara molto impegnativa Valeria conquista il suo secondo titolo italiano nella mezza maratona  con il tempo di 1:09:45.


Stage di corsa 28 Febbraio – 2 Marzo

Dal 28 Febbraio al 2 Marzo si terrà uno stage di corsa con Valeria Straneo (Primastista italiana e vice campionessa mondiale nella maratona), Beatrice Brossa (Allenatore di Valeria Straneo, specialista mezzofondo e collaboratore dell’Atletica Alessandria e del CUS Piemonte Orientale) e il dott. Pierluigi Fiorella (Specialista in medicina dello sport e cardiologia esperto in fisiologia, metabolismo e nutrizione degli sport di endurance).

Il corso si svolgerà presso POGGIO ALL’AGNELLO RESORT – PIOMBINO (Li) – Toscana.

A questo link visualizzare le foto di questa magnifica struttura.

Per informazioni e prenotazioni contattare [email protected] (rif. Sig.ra Lucia Bisogni) Tel. +39.0565.29618 oppure +39.0565.297300

dalle h. 9.00 alle h 17.00 tutti i giorni dal lunedì alla domenica.

Clicca sull’immagine per aprire la locandina in formato PDF.


Mezza maratona delle due perle

Valeria riesce a chiudere al primo posto in 1:12:14 il primo appuntamento agonistico dell’anno. La gara rappresenta un’ottimo test in vista dei prossimi appuntamenti: il campionato italiano di mezza maratona a Verona il 16 Febbraio 2014 e i campionati mondiali il 29 Marzo 2014 a Copenaghen.


Atleta piemontese dell’anno 2013

Venerdì 24 Gennaio 2014 il Museo dell’Automobile di Torino ha ospitato l’inaugurazione dell’anno sportivo piemontese alla presenza del presidente del CONI Giovanni Malagò e di diversi presidenti di Federazioni Sportive Nazionali tra i quali il numero uno FIDAL Alfio Giomi. All’interno dell’evento e’ stato consegnato il Premio Nebiolo “Atleta piemontese dell’anno 2013” a Valeria Straneo  (Runner Team 99).  L’azzurra, che ha ricevuto il premio dalle mani di Malagò e Giomi ha anche recitato la formula di apertura dell’anno sportivo piemontese.

Trovate maggiori informazioni sul sito della Fidal


We Run Rome 2013

Valeria conquista il terzo gradino del podio alla We Run Rome (gara di 10 km nel cuore di Roma) il 31 Dicembre 2013 con il tempo di 33:14.

La gara è stata vinta dall’etiope Tirunesh Dibaba in 32:00 e al secondo posto si è piazzata la keniana Chepcoick Josephine in 32:29.


Stage di corsa – 24/26 Gennaio

Dal 24 al 26 Gennaio si terrà uno stage di corsa con Valeria Straneo (Primastista italiana e vice campionessa mondiale nella maratona), Beatrice Brossa (Allenatore di Valeria Straneo, specialista mezzofondo e collaboratore dell’Atletica Alessandria e del CUS Piemonte Orientale) e il dott. Pierluigi Fiorella (Specialista in medicina dello sport e cardiologia esperto in fisiologia, metabolismo e nutrizione degli sport di endurance).

Il corso si svolgerà presso POGGIO ALL’AGNELLO RESORT – PIOMBINO (Li) – Toscana.

Per informazioni e prenotazioni contattare [email protected] (rif. Sig.ra Lucia Bisogni) Tel. +39.0565.29618 oppure +39.0565.297300

dalle h. 9.00 alle h 17.00 tutti i giorni dal lunedì alla domenica.

Clicca sull’immagine per aprire la locandina in formato PDF.


Intervista doppia Valeria Straneo – Emma Quaglia

Questa intervista doppia è stata girata alla fine del raduno a St Mortiz (Svizzera) prima dei mondiali di Mosca 2013.


Valeria Atleta dell’anno Fidal

Valeria Straneo insieme ad altri atleti fa parte dei sei “Atleti dell’Anno” scelti dagli appassionati di atletica e premiati il 6 Dicembre 2013 a Roma al Salone d’Onore del CONI durante la cerimonia in ricordo di Bruno Zauli. I sei vincitori sono stati determinati da una combinazione dei voti dei tanti utenti della pagina Facebook della FIDAL con quelli della Giuria di esperti, componenti che pesavano per il 50% ciascuna sul risultato finale. Per maggiori informazioni leggi l’articolo Fidal


TV – Dribbling

Sabato 23 Novembre 2013 alle 13:25 nella trasmissione Dribbling su Rai Due, sarà trasmesso un servizio su Valeria.

Buona visione


Da Baldini a Straneo

Il 16 NOVEMBRE 2013 alle ore 14.00 presso il Palazzo della Regione in Piazza Castello 165 (Torino) si terrà la conferenza “Da Baldini a Straneo – LA SCUOLA ITALIANA DI MARATONA: TRADIZIONE E INNOVAZIONE”.
Interventi del Prof. Luciano Gigliotti e della Prof.ssa Beatrice Brossa con la partecipazione di Valeria Straneo e Stefano Baldini.

Per maggiori informazioni clicca qui


TV – Quelli che il calcio

Domenica 10/11/2013 alle 14:00 Valeria sarà ospite alla trasmissione “Quelli che il calcio”  (il suo intervento alle 14:15 circa) su Rai 2.

Ciao!


TV – Il Grande Cocomero

Giovedì 7/11/2013 alle 23:35 Valeria sarà ospite alla trasmissione “Il grande cocomero (che in realtà è una zucca)” condotta da Linus su Rai 2.

Buona visione!


TV – Pomeriggio da campioni

Mercoledì 6/11/2013 alle 18:15 Valeria sarà ospite nella trasmissione “Pomeriggio da campioni” su raisport 1.


La mia NYCM

Posso ritenermi soddisfatta di questo 5° posto alla maratona più famosa al mondo.

E’ stata una gara strana, condizionata da un forte e freddo vento contrario per buona parte di essa. Date le condizioni climatiche e la difficoltà del percorso ho deciso di stare coperta e di seguire il ritmo delle altre ragazze. Sapevo poi che la seconda parte sarebbe stata più dura, quindi sono stata molto prudente, forse troppo perché i primi km sono stati davvero lentissimi, con un passaggio ai primi 5km in 19’03”! La prima mezza l’ho corsa in 1h16’01”, la seconda parte invece in 1h12’21”, nonostante stessi già soffrendo già dal 26° km. Sono contenta di come ho corso questa seconda parte, mettendocela davvero tutta per non mollare e per non cedere al bisogno di rallentare.

Adesso un bel periodo di riposo e poi sotto a prepararsi al meglio per un 2014 che si prevede ricco di nuove sfide!


Foto da New York

Dopo gli ultimi allenamenti Valeria è pronta per domani. Qui sotto un piccolo reportage fotografico e un video di oggi e di questi ultimi giorni a New york.

Minivideo dell’ultimo allenamento

Ready to go

Vicino a Central Park

A Central Park sotto la bandiera americana

A Central Park sotto la bandiera americana 2

A Central Park sul rettilineo di arrivo

Vale con la sua allenatrice Beatrice Brossa

Da sinistra: Daniele Meucci, Marcello Magnani, Valeria Straneo, Massimo Magnani

Con Gianni Poli

Conferenza stampa

Conferenza stampa


Maratona di New York

Finalmente a New York! Dopo un anno dal disastro dell’urugano Sandy e il conseguente annullamento della maratona, Domenica 3 Novembre 2013 Valeria correrà la maratona nella grande mela..


Nuovo sito online

Finalmente il nuovo sito internet “www.valeriastraneo.com” è online. Prossimamente verranno caricati nuovi contenuti e immagini.

Rimanete sintonizzati!



L’idea di correre la maratona ai Mondiali di Mosca è venuta tardivamente, poco prima dei Giochi del Mediterraneo. A luglio ho fatto un bellissimo e impegnativo raduno a St Moritz insieme alla mia grande amica Emma Quaglia, alla mia allenatrice Beatrice Brossa e a Maurizio Odorizzi (fisioterapista Fidal). Sono arrivata all’appuntamento di Mosca in perfette condizioni fisiche e mentali, questo mi ha permesso di arrivare sulla linea di partenza molto serena e tranquilla, con l’idea in testa di tenere il mio passo costante x tutta la durata della gara, senza preoccuparmi troppo di cosa avrebbero fatto le altre ragazze. Non ho mai neanche lontanamente creduto di poter ambire ad un podio, quindi quando al 35 km di gara mi sono ritrovata da sola con la Kiplagat e il vuoto dietro, non ci potevo credere. La mia gioia al traguardo è stata immensa, un argento che per me, per come ho condotto la gara, vale oro.

Precedente Gli argini - mostra fotografica - Storie di runners e non solo.... Successivo "UNO NON PUO' PENSARE BENE, AMARE BENE, DORMIRE BENE, SE NON HA MANGIATO BENE" Virginia Woolf (1882-1941, scrittrice)