Precedente LISÒNDRIA SUT NADAL di Gianni Fozzi Successivo Borsalino, in fondo alla passerella