Per Capodanno un assaggio del Meier

12239891_10206821101719986_3051590561056424695_n

Per Capodanno un assaggio del Meier

Il 31 dicembre sarà aperto dalle 14 alle 16 il ponte Meier per una passeggiata “di assaggio”. Ma la tradizionale festa di capodanno si terrà in piazza della Libertà con un concerto dei Port Royal e la musica gipsy di Eusebio Martinelli. Si brinda con la birra calda di Harry Potter.

ALESSANDRIA – La grande festa di Capdanno ai piedi del ponte Meier non ci sarà: motivi di sicurezza (l’area è ancora cantierizzata e non illuminata) e di costi. Allestire la festa lungo lo spalto o a ridosso del ponte “avrebbe avuto costi eccessivi”. Il ponte sarà comunque transitabile, anche se per poco, dalle 14 alle 16, per i pedoni. “E’ un’apertura simbolica, di chiusura e di ripartenza”, dice il sindaco di Alessandria, Rita Rossa, per collegare almeno per un pomeriggio, quello del 31, le due parti della città.

Il programma dei festeggiamenti, infatti, prevede per il pomeriggio giovedì 31, giorno di San Silvestro, dalle 14, una festa dedicata ai bambini e alle famiglie in Cittadella, con giochi, animazione, merenda e, alle 16, un baby brindisi, con tanto di count down.
Dalle 14 alle 16 (con ritorno entro le 16,30) verrà aperto il transito pedonale sul ponte Meier per consentire ai bambini con i genitori (ed a tutti coloro che lo desiderano) di raggiungere agevolmente la Cittadella, senza usare l’auto.
“Era nostra intenzione organizzare una passeggiata notturna – sottolinea il sindaco – ma motivi di sicurezza e costi eccessivi per garantire l’illuminazione ci hanno fatto desistere. Abbiamo però voluto ugualmente dare un piccolo segnale”.
La festa vera e propria si terrà, invece, in piazza della Libertà, angolo via Dante. L’ufficio delle Poste, da un lato, e Palatium Vetus, sul retro, faranno da palcoscenico urbano ed architettonico ad un concerto e ad uno spettacolo di luci e immagini, con video-mapping a cura del V.J. Andrea Ivaldi.

A seguire, alle 22.30 inizia il concerto dei Port Royal, un gruppo genovese che propone musica “strumentale e sognate”, con impronte di elettronica e sound nordico e mitteleuropeo.
Dopo il brindisi di mezzanotte, lo spettacolo continuerà con il concerto musicale di Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar.

Chi lo desidera, può brindare, oltre che con il classico spumante, con la bir-brulè, una sorta di vin-brulè a base di birra. La ricetta pare sia stata lanciata nel celebre saga di Harry Potter, come Burrobirra. Per i coraggiosi e gli ottimisti.

Precedente Il Tanaro ghiacciato Successivo Alessandria: qualità della vita ancora giù. Insieme ad Asti è la peggiore del Nord - (2015)