TIM CUP – Palermo-Alessandria – Stadio “Renzo Barbera” – 02 dicembre 2015

12342701_449948198523192_5399180014896691276_nCoppa Italia: Palermo ko, passa l’Alessandria
I rosanero escono ai sedicesimi contro i piemontesi che ora affronteranno il Genoa a Marassi

18:00 – Dopo le vittorie di Spezia, Torino e Milan anche l’Alessandria passa il turno in Coppa Italia battendo sorprendentemente il Palermo per 3-2. Prestazione maiuscola dei piemontesi che approfittano della giornata storta dei rosanero in dieci per 70 minuti a causa dell’espulsione di Vazquez al 21’. Per la squadra di Gregucci, che nel prossimo turno affronterà il Genoa, a segno Loviso, Marconi e Nicco a cui rispondono Trajkovsky e Gilardino.

12341522_843416619089087_561108581895989581_n

C_4_articolo_2147104_upiImagepp

12316326_843416935755722_8426321536455823186_n12341361_843416965755719_2571430684462263021_n

Sedicesimo di Coppa Italia schock per il Palermo che esce sconfitto al Barbera per 3-2 contro l’Alessandria (seconda in Lega Pro) disputando un match incolore. Partita subito in salita per i rosanero che subiscono il pressing asfissiante degli uomini di Gregucci già dai primi minuti e mettono in difficoltà la mediana di Ballardini composta da Rigoni, Maresca e Hiljemark. Al 4’ la conferma: bella ripartenza dei piemontesi e gravissima ingenuità di Rispoli che regala letteralmente un calcio di rigore toccando il pallone con la mano: Loviso trasforma senza problemi spiazzando Colombi. Il Palermo subisce il colpo, ma prova comunque a reagire con qualche buona giocata di capitan Vazquez che però al 21’ perde la testa e colpisce Sirri con un’inspiegabile gomitata: Nasca tira fuori il rosso e l’italo-argentino lascia i suoi in 10.

12313942_843416645755751_8025177101508480042_n12341145_843416629089086_3624831060705135150_n12313867_843417045755711_5629074711038134916_n

Dopodiché è solo Alessandria che costruisce occasioni da gol a ripetizione fino alla grandissima rete di Marconi che scatta sulla linea del fuorigioco e scaglia un destro dinamitardo nel sette firmando il raddoppio. Sul finale del primo tempo altre due chance per l’Alessandria, al 38’ con Nicco che da distanza ravvicinata sbaglia un gol clamoroso calciando centralmente e al 43’con Branca che non sfrutta lo spazio concessogli e spedisce alla sinistra di Colombi.

12308783_843416795755736_8093503978964862670_n12346427_843416809089068_5562689175529034757_n12345578_843416812422401_1542536732862413530_n12348136_843416792422403_1030188822489055682_n

La ripresa inizia sulla falsa riga dei primi 45 minuti fino al cambio di Ballardini che toglie Rigoni per Gilardino ed è subito gol Palermo: al 55’ corta respinta di Sosa, pallone raccolto da Trajkovsky che approfitta di un’incertezza di Vannucchi e lo batte con un preciso rasoterra sulla sinistra. Il Palermo ci crede e sfiora il pari ancora con Trajkovsky che colpisce il palo dopo aver recuperato un ottimo pallone sulla trequarti. I rosanero soffrono l’uomo in meno ed entrano spesso in difficoltà soprattutto quando l’Alessandria riparte, come al 72’ quando Colombi si supera respingendo la bellissima conclusione a giro di Fichnaller. All’81 tris dei piemontesi con la botta da fuori di Nicco che spedisce il pallone all’incrocio dei pali. Sul finale succede di tutto: all’83esimo espulso Sabato e gol di Gilardino che accorcia le distanze regalando un finale da brividi a Gregucci. Alla fine l’Alessandria si salva e riesce a conquistare una preziosissima vittoria e dunque gli ottavi di finale. A Marassi sarà Genoa-Alessandria, la panchina di Ballardini è già a rischio.

12308485_1116654291678274_4335537168353110634_nA PALERMO L’IMPRESA DELL’ALESSANDRIA

ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015 coppa italia 2015/2016 palermo - alessandria nella foto : esultanza sotto i tifosi dei giocatori dell' Alessandria italy photo press - world copyright
ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015
coppa italia 2015/2016
palermo – alessandria
nella foto : esultanza sotto i tifosi dei giocatori dell’ Alessandria
italy photo press – world copyright

Immensa Alessandria, che passa il turno in Tim Cup battendo sorprendentemente il Palermo per 3-2 al “Renzo Barbera”. È stata una prestazione maiuscola quella dei Grigi, che hanno approfittato della giornata negativa dei rosanero in dieci per settanta minuti a causa dell’espulsione di Vazquez al 21’. Per la squadra di Gregucci, che nel prossimo turno affronterà il Genoa, a segno Loviso, Marconi e Nicco a cui hanno rispostoTrajkovsky e Gilardino.

12341450_843416892422393_974302824944277703_n

La cronaca

Match subito in salita per i siciliani che subiscono il pressing asfissiante degli uomini di Gregucci già dai primi minuti e mettono in difficoltà la mediana di Ballardini composta da Rigoni, Maresca e Hiljemark. Al 4’ la conferma: bella ripartenza dei piemontesi e gravissima ingenuità di Rispoli che regala letteralmente un calcio di rigore toccando il pallone con la mano: Loviso trasforma senza problemi spiazzando Colombi. Il Palermo subisce il colpo, ma prova comunque a reagire con qualche buona giocata di capitan Vazquez che però al 21’ perde la testa e colpisce Sirri con un’inspiegabile gomitata: Nasca tira fuori il rosso e l’italo-argentino lascia i suoi in 10. Dopodiché è solo Alessandria che costruisce occasioni da gol a ripetizione fino alla grandissima rete di Marconi che scatta sulla linea del fuorigioco e scaglia un destro dinamitardo nel sette firmando il raddoppio.

ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015 coppa italia 2015/2016 palermo - alessandria nella foto : rigore massimo loviso italy photo press - world copyright
ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015
coppa italia 2015/2016
palermo – alessandria
nella foto : rigore massimo loviso
italy photo press – world copyright

12108005_843417619088987_1004019836898892311_n

12313904_843416905755725_6348694783319094092_n

Sul finale del primo tempo altre due chance per l’Alessandria, al 38’ con Nicco che da distanza ravvicinata sbaglia un gol clamoroso calciando centralmente e al 43’con Branca che non sfrutta lo spazio concessogli e spedisce alla sinistra di Colombi. La ripresa inizia sulla falsa riga dei primi 45 minuti fino al cambio di Ballardini che toglie Rigoni per Gilardino ed è subito gol peri l Palermo: al 55’ corta respinta di Sosa, pallone raccolto da Trajkovsky che approfitta di un’incertezza di Vannucchi e lo batte con un preciso rasoterra sulla sinistra.

12348030_843416899089059_3733573919397845649_n

Il Palermo ci crede e sfiora il pari ancora con Trajkovsky che colpisce il palo dopo aver recuperato un ottimo pallone sulla trequarti. I rosanero soffrono l’uomo in meno ed entrano spesso in difficoltà soprattutto quando l’Alessandria riparte, come al 72’ quando Colombi si supera respingendo la bellissima conclusione a giro di Fichnaller. All’81 tris dei piemontesi con la botta da fuori di Nicco che spedisce il pallone all’incrocio dei pali. Sul finale succede di tutto: all’83′ espulso Sabato e gol di Gilardino che accorcia le distanze regalando un finale da brividi a Gregucci.

ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015 coppa italia 2015/2016 palermo - alessandria nella foto : l'allenatore angelo gregucci italy photo press - world copyright
ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015
coppa italia 2015/2016
palermo – alessandria
nella foto : l’allenatore angelo gregucci
italy photo press – world copyright

11201922_843416909089058_6776218133399344557_n11220807_843417055755710_4633560706015989852_n

Alla fine l’Alessandria riesce a conquistare una storica vittoria e dunque gli ottavi di finale. A “Marassi” sarà Genoa-Alessandria, la panchina di Ballardini è già a rischio, con il presidente Zamparini che ammette pubblicamente di essersi vergognato.

Il Tabellino

Palermo (4-3-1-2): Colombi; Rispoli (7’st Morganella), Andelkovic, El Kaoutari, Daprelà; Rigoni (7’st Gilardino), Maresca, Hiljemark; Vazquez; Quaison (30’st Pezzella), Trajkovski. A disposizione: Sorrentino, Bolzoni, Goldaniga, Lazaar, Cassini, Gonzalez, Brugman, Struna, La Gumina. All. Ballardini.
Alessandria (4-3-3): Vannucchi; Celjak, Sosa, Sirri, Sabato; Nicco, Loviso (22’st Mezavila), Branca; Iunco (12’st Fischnaller), Marconi (16’st Bocalon), Marras. A disposizione: Nordi, Picone, Terigi, Morero, Cittadino, Manfrin. All. Gregucci.
Reti: rig. Loviso (A) al 4′ p.t., 23′ Marconi (A), Trajkovski (P) al 10′, Nicco (A) al 36′ s.t., Gilardino (P) al 39′ s.t..
Arbitro: Nasca di Bari.
Ammoniti: Rispoli (P) 3′, Sirri (A) 18′, Quaison (P) 52′, Daprelà (P) 75′; Nicco (A) 78′, Sabato(A) 80′, Branca(A) 90′.
Espulsi: Vazquez (P) 22′, Sabato (A) 83′.

fonte: www.museogrigio.it

12346453_843417335755682_5197707601102189070_n12342639_843416639089085_2716126798820587985_n

APOTEOSI ALESSANDRIA: TRE RETI AL PALERMO E ORA SI VA A MARASSI!!!!!

Clamoroso al “Barbera”, l’Alessandria batte 3-2 i rosanero di Ballardini e volano agli ottavi di finale di martedì 15 dicembre con il Genoa. Loviso al 4′ su rigore, goal capolavoro di Marconi al 23′. Il Palermo accorcia nella ripresa ma Nicco all’81’ manda in delirio i circa 200 tifosi giunti in Sicilia.

12308740_843417652422317_7206239332607176554_n

PALERMO – Sedicesimi di finale con trasferta a Palermo per l’Alessandria che in caso di passaggio del turno giocherebbe a Marassi con il Genoa fra due settimane: Gregucci non mostra di temere particolarmente l’avversario nonostante le due serie di differenza e ripropone il suo solito 4-3-3 con solo Marconi titolare al posto del bomber Bocalon che forse più di altri aveva bisogno di un turno di riposo.

12301616_843417315755684_7737069424241862110_n

Parte subito benissimo l’Alessandria che già al 3′ beneficia di un calcio di rigore per un fallo di mano evidentissimo di Rispoli sugli sviluppi di un cross di Loviso dalla destra su cui cercava il controllo Iunco. Si incarica della battuta proprio Loviso che non sbaglia spiazzando il portiere e porta in vantaggio i grigi. Al 6′ c’è subito una occasione per il Palermo ma Andelkovic nel tentativo di colpire la palla di testa travolge Sirri facendo sfumare l’azione e lasciando a terra il difensore avversario. Proprio Rispoli al 14′ avrebbe la palla buona sul destro dopo che Sirri ha prolungato un pallone sul secondo palo, ma l’intervento di Iunco lo disturba quanto basta perchè la sua conclusione perda in precisione e potenza senza però commettere fallo. Il Palermo spreca poi una ottima occasione per pareggiare quando Rigoni credendo di essere in fuorigioco sugli sviluppi di una punizione battuta da Maresca perde l’attimo e si lascia recuperare da Sirri. Ma l’Alessandria quando riparte in contropiede fa paura: Marconi pesca Marras sulla fascia destra praticamente solo ma l’ala conclude con un tiro che non è né un tiro né un cross e la palla si perde sul secondo palo.

12345427_843417322422350_9209257378887525297_n

Le cose si mettono ancora meglio per ll’Alessandria perchè in un momento di follia Vasquez si fa espellere per una gomitata ai danni di Sirri a centrocampo in un momento di totale calma, ed un minuto dopo un suggerimento dalla fascia destra di Marras pesca Marconi solo in area leggermente decentrato ma bravissimo nello scaricare un tiro di collo pieno che fulmina Colombi e si insacca per il 2-0 a favore dei grigi. Gregucci predica calma dalla panchina ma è ovvio che in questo momento anche il più scettico dei tifosi alessandrini presente al “Barbera” inizi a crederci, trascinando così anche gli undici in campo che non si limitano a contenere le sterili offensive dei rosanero ma rischiano anche di mettere a segno il terzo gol con un tiro dal limite dell’area di Branca che raccoglie una respinta corta della difesa e colpisce al volo facendo la barba al palo alla destra del portiere. I grigi crescono con il passare dei minuti, tanto che quando al 38′ Nicco, sia pure stretto fra due difensori, appoggia fra le braccia di Colombi un rigore in movimento dopo l’imbeccata di Marras la squadra non si deprime più di tanto e nemmeno tre minuti dopo va di nuovo vicina al tris con un bel cross di Branca dalla sinistra a cercare uno dei tre compagni di squadra in area ma la palla finisce ancora preda del portiere. Prima che il tempo finisca arriva anche un botta e risposta con prima una verticalizzazione di Sabato per Branca che angola troppo il tiro al volo in diagonale e manda la palla oltre il palo lontano e poi un’errore di Sosa che perde palla per Maresca il cui suggerimento in profondità per Trajkovski non diventa pericoloso solo perchè la punta rosanero non riesce a controllare bene e permette alla difesa di appoggiare in angolo.

ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015 coppa italia 2015/2016 palermo - alessandria nella foto : davide ballardini italy photo press - world copyright
ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015
coppa italia 2015/2016
palermo – alessandria
nella foto : davide ballardini
italy photo press – world copyright

Al rientro dagli spogliatoi il più propositivo del Palermo è Hiljemark, che prima si libera bene al tiro ma non riesce a dare alla traiettoria né potenza né precisione, poi pecca di altruismo servendo palla ad un compagno anzichè cercare la conclusione personale e l’azione sfuma. Ballardini capisce che in questa situazione la partita è bloccata e cerca di muovere le carte con un doppio cambio facendo entrare Gilardino e Morganella, ed il rischio paga perchè nemmeno due minuti dopo Quaison indovina un assist capolavoro per Trajkovski che dalla destra con un diagonale rasoterra trafigge Vannucchi e riapre la gara.

12289487_843417152422367_4296197433451222465_n

La risposta a livello di cambi di Gregucci non si fa attendere ma non snatura la vocazione offensiva dei grigi perchè se è vero che escono Iunco e Marconi, è altrettanto innegabile che l’ingresso di Fischnaller e Bocalon non vuole essere lo specchio di una squadra che intende chiudersi in difesa. Prima dell’ingresso del capocannoniere dei grigi in stagione, però, gli applausi sono tutti per Trajkovski che su un assist a sombrero di Quaison si coordina bene e colpisce il palo alla sinistra di Vannucchi facendo tremare i tifosi grigi giunti fino in Sicilia. Al 21′ tocca all’Alessandria andare vicina al 3-1 quando un assist di Bocalon praticamente dalla linea di fondo trova Fischnaller ben piazzato ma il suo piatto destro non inquadra nemmeno lo specchio della porta.

ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015 coppa italia 2015/2016 palermo - alessandria nella foto : robin quaison e roberto sabato italy photo press - world copyright
ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015
coppa italia 2015/2016
palermo – alessandria
nella foto : robin quaison e roberto sabato
italy photo press – world copyright

Gregucci si gioca l’ultimo cambio inserendo Mezavilla per Loviso nel tentativo di aggiungere centimetri a centrocampo per respingere il tamburellante assalto del Palermo che incomincia a mostrare segni di confusione in fase realizzativa. Bocalon si fa trovare pronto ad appoggiare in rete su assist di Nicco il gol che per l’Alessandria sarebbe più di una certezza, ma l’arbitro annulla per una questione di centimetri di fuorigioco; i grigi non demordono e poco dopo un colpo di tacco di Mezavilla non riesce a servire Bocalon a rimorchio sempre per un soffio. Tocca poi ancora a Bocalon chiamare alla parata Colombi con un diagonale destro velleitario ma insidioso, mentre pochissimo dopo al termine di una azione manovrata arriva al tiro Fischnaller e questa volta per il portiere dei siciliani serve un mezzo miracolo per deviare in angolo e mantenere in partita i suoi compagni. Anche Ballardini usa la terza sostituzione per togliere un buon Quaison per inserire Pezzella, ma la partita resta più nelle mani dell’Alessandria che non in quelle del Palermo: Nicco rimedia una ammonizione ingenua per un calcio evitabilissimo al portiere avversario su una palla filtrante, Sabato spende un cartellino per fermare una ripartenza di Hiljemark dopo un errore in attacco di Branca ed il fortino grigio sembra tenere.

ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015 coppa italia 2015/2016 palermo - alessandria nella foto : l'allenatore angelo gregucci italy photo press - world copyright
ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015
coppa italia 2015/2016
palermo – alessandria
nella foto : l’allenatore angelo gregucci
italy photo press – world copyright

Al 37′ della ripresa arriva il gol che potrebbe chiudere i conti: Nicco riceve palla e parte in progressione, sembra servire Bocalon che si allarga sulla destra ma poi vede la posizione di fuorigioco del compagno e infila la palla in un corridoio di pochi centimetri fra difensore e palo e porta avanti i suoi sul 3-1. Per non perdere le buone abitudini ai finali thriller, però, l’Alessandria si ritrova in parità numerica nemmeno un minuto dopo perchè Sabato ferma fallosamente al limite dell’area Trajkovski servito da Hiljemark e rimedia un rosso diretto per fallo da ultimo uomo in chiara occasione da gol; si incarica della battuta proprio Trajkovski che cerca la porta rasoterra, Vannucchi respinge di piede ma la palla si impenna e carambola sul petto di Gilardino che controlla e con un tocco sottoporta mette dentro il pallone del 2-3.

12313740_843417155755700_8808845395232252824_n12345509_843417339089015_4529707812119324893_n

Il Palermo sulle ali dell’entusiasmo cerca in ogni modo di trovare il gol che manderebbe la partita ai supplementari ma paradossalmente in dieci l’Alessandria gioca una gara molto più attenta e per i rosanero i minuti trascorrono senza costrutto e anche quando Nicco spreca malamente una ripartenza i tifosi restano ammutoliti in attesa del fischio finale dell’arbitro Nasca di Bari; il suo triplice fischio consegna nelle mani dei grigi ancora un turno di Coppa Italia a Genova fra due settimane ed ora sognare dopo avere espugnato Palermo non costa davvero più nulla.

11252599_843417402422342_6346843967495489579_n

12316077_843417472422335_8434682509786077619_n12321307_843417075755708_8867189487448836124_n12308711_843417095755706_4028941781004333018_n12299402_843417509088998_7192071288147296891_n12341129_843417539088995_2448725093396592456_n12191978_843417722422310_3823945620250138413_n11235381_843417752422307_6250582453555160818_n

PALERMO – ALESSANDRIA 2-3
Reti: pt 4′ Loviso rig., 23′ Marconi; st 10′ Trajkovski, 37′ Nicco, 40′ Gilardino

Palermo (4-3-1-2): Colombi 6.5; Rispoli 5 (6′ st Morganella 6.5), Andelkovic 5.5, El Kaoutari 5.5, Daprelà 5; Rigoni 5.5 (6′ st Gilardino 7), Maresca 6.5, Hiljemark 6; Vazquez 4; Quaison 6.5 (29′ st Pezzella ng), Trajkovski 6.5. A disp. Sorrentino, Bolzoni, Goldaniga, Lazaar, Cassini, Gonzalez, Brugman, Struna, La Gumina. All. Ballardini

Alessandria (4-3-3): Vannucchi 6; Celjak 6.5, Sosa 6.5, Sirri 7, Sabato 5.5; Nicco 6.5, Loviso 6.5 (23′ st Mezavilla 6), Branca 5.5; Iunco 6.5 (13′ st Fischnaller 5.5), Marconi 7 (16′ st Bocalon 6.5), Marras. A disp. Nordi, Picone, Terigi, Morero, Cittadino, Manfrin. All. Gregucci

Arbitro: Nasca di Bari 7.5

Note Espulsi Vasquez (21′) per comportamento non regolamentare e Sabato (38′ st) per fallo da ultimo uomo su Trajkovski. Ammoniti Rispoli, Quaison, Daprelà; Sirri, Nicco, Sabato. Calci d’angolo 2-2. Recupero pt 1′; st 4′. Spettatori 1500 circa.

Fonte: http://www.alessandrianews.it/

12191978_843417675755648_5613905807512036612_n

ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015 coppa italia 2015/2016 palermo - alessandria nella foto : presidente alessandria luca Di Masi italy photo press - world copyright
ipp/pasquale ponente palermo 2/12/2015
coppa italia 2015/2016
palermo – alessandria
nella foto : presidente alessandria luca Di Masi
italy photo press – world copyright

Alessandria, Nicco: “Qualificazione in Tim Cup giusto premio, ma il nostro obiettivo resta il campionato”

Al termine della gara del quarto turno di Tim Cup tra Palermo ed Alessandria, vinta con merito dai piemontesi per 3-2, è intervenuto ai microfoni di Rai Sport il centrocampista grigio Gianluca Nicco, grande protagonista del match ed autore del terzo gol ospite con un destro da antologia: “Siamo stati bravi a non mollare, a fare il 3-1 ed a riuscire a difenderci fino alla fine. Stagione straordinaria? Per il momento sì, però i conti si fanno a maggio. E noi speriamo di arrivare a maggio con la vittoria in campionato, che è il nostro principale obiettivo. Cosa è stato decisivo? Siamo venuti a Palermo consapevoli di giocare contro un’ottima squadra ed abbiamo cercato di dare più del 100%. Ci siamo riusciti e la qualificazione è il giusto premio per la nostra partita”.

Nel prossimo turno l’Alessandria, che dopo ben 78 anni, tornerà a disputare gli ottavi di finale di Coppa Italia, affronterà il Genoa al “Luigi Ferraris”.

Alessandria, Morero: “Gioia immensa per noi e soprattutto per la città”

Protagonista in campo con la maglia dell’Alessandria nella vittoria di ieri pomeriggio ai danni del Palermo, il difensore ex Chievo Santiago Morero ha raccontato a Sky Sport 24 le emozioni provate dai grigi: “Gioia immensa per noi e soprattutto per la città, per la società: una partita che per tanti era in sogno e quindi siamo molto contenti, ma adesso abbiamo già la testa al campionato”.

Che consiglio hai dato ai tuoi compagni meno esperti?
“Penso che il gruppo che abbiamo sia valido, abbiamo giocatori di qualità e una squadra con tanti giocatori che arriveranno a giocare in Serie A o Serie B. Ho parlato con qualcuno dei più bravi, dicendo di stare tranquilli e cercare di fare le cose che sappiamo fare, poi ne è venuta fuori la partita perfetta, visto che siamo riusciti a vincere”.

Cosa ne pensi della decisione
“A me dispiace tanto, soprattutto per Luca che conosco come ragazzo, ci ho giocato insieme al Chievo. Ho visto una situazione un po’ difficile a Palermo, la responsabilità penso sia di tutti. Quando accadono queste cose non è mai colpa di uno soltanto, mi auguro che ci pensino e non posso dire altro”.

L’obiettivo è la promozione in B?
“Non sono scaramantico, ora siamo secondi in classifica e abbiamo ottenuto questa vittoria che è meravigliosa ma ormai parte del passato. C’è tanta strada da fare, l’obiettivo di tutti e il sogno della città è quello, speriamo di ritrovarci a maggio o giugno con un’intervista di queste”.

fonte: http://www.tuttolegapro.com/

Alessandria, un’impresa in Tim Cup a Palermo. E la città del dissesto ritrova l’orgoglio nel calcio
Raggiunta dopo 56 anni una storica qualificazione agli ottavi di finale di Coppa Italia. Lo sport più popolare motivo di orgoglio e di sorrisi nel capoluogo ferito dalla crisi.

Massimo Delfino
Alessandria
«Palermo? Non sarà una gita o una scampagnata» aveva detto alla vigilia mister Angelo Gregucci, già bandiera dell’Alessandria da giocatore che finora da allenatore non aveva avuto molta fortuna (tanti gli esoneri e le stagioni non concluse, fra Atalanta, Sassuolo, Reggina e Casertana). In realtà, in Sicilia, la tavola è rimasta apparecchiata un’intera giornata per l’Alessandria e per i suoi duecento tifosi che hanno banchettato prima (ai gazebo dei prodotti tipici del territorio, portati in Sicilia dall’Ascom e cucinati dallo chef Massimo Martina), durante e dopo la partita, grazie ai tre «appetitosi» gol dei grigi e alle tonnellate di emozioni nei 90 minuti del Barbera.

Sarà anche un luogo comune o una banalità, ma una città che in questi anni è stata colpita dal dissesto e che vive tuttora situazioni difficili (la crisi dell’azienda dei trasporti pubblici Atm fino ai recenti esuberi alla Michelin di Spinetta Marengo e non solo) trova nello sport più popolare motivo di orgoglio e di sorrisi. Il risultato di ieri e quelli precedenti dei grigi sono l’ulteriore passo avanti di un progetto importante, a cui stanno pian piano dando fiducia un po’ tutti ad Alessandria. Dagli sponsor locali che si avvicinano al club, ai tifosi tornati allo stadio dopo disillusioni e perplessità, si respira un clima di speranza. Dalla Tim Cup adesso, dalle partite col Pavia e con la Giana Erminio nelle precedenti settimane, sono arrivati segnali inequivocabili. Questa può essere una stagione di successi ma se il campo, malauguratamente, dovesse dare responsi avversi, ci sarebbero comunque le basi solide per riprovarci subito.

Se la società è pronta per il grande balzo, i calciatori stanno a loro volta acquisendo consapevolezza della loro forza. Ieri in campo non si sono viste le due categorie di differenza fra Palermo e Alessandria, non solo nella porzione di partita affrontata in superiorità numerica dai grigi, ma anche prima dell’espulsione di Vazquez e dopo il rosso a Sabato. Loviso e compagni hanno mostrato sicurezza e personalità, hanno provato sempre a giocare a due tocchi, hanno messo in pratica schemi provati e riprovati in allenamento ma che fino a un mesetto fa risultavano di difficile applicazione. «Gregucci ci ha cambiato la testa» ricordava Bocalon alla vigilia della Tim Cup, la squadra lo ha seguito e sembra aver trovato quegli equilibri che mancavano a inizio stagione. Ora c’è il Genoa e sarà una festa (le tifoserie sono gemellate), con buona pace di Zamparini che ha definito «indegni» i suoi per il ko. Ci spiace dissentire, il Palermo ha fatto il suo e ci ha messo pure tanto orgoglio nella ripresa: ma al Barbera ha trovato per una volta un’avversaria superiore.

fonte: http://www.lastampa.it/

Materia Grigia
Stato di grazia
La partita di Palermo rimarrà per moltissimo tempo nella mente e nel cuore dei tifosi grigi. Una giornata che ognuno ha vissuto a suo modo, i più fortunati direttamente al “Barbera”, altri trepidando in solitudine durante un’agognata pausa sul lavoro.

MATERIA GRIGIA – Pur a distanza di giorni, e con l’approssimarsi del quattordicesimo turno di campionato (con l’insidiosa trasferta di Mantova di lunedì sera), c’è ancora tutta quell’incontenibile euforia che ha coinvolto i tifosi dei Grigi al fischio finale dell’ottimo arbitro Nasca di Bari mercoledì pomeriggio, quando l’Alessandria con una gara eroica ha sconfitto una squadra di Serie A, il Palermo di Zamparini, ed è approdata, dopo oltre mezzo secolo, agli ottavi di finale di Coppa Italia. Il burbero presidente rosanero ha tuonato contro i suoi giocatori “indegni” per la “vergognosa” sconfitta, dimenticandosi, però – perché lo stile non lo si compra con i soldi – di sottolineare i meriti di una compagine di Lega Pro che ha giocato in modo esaltante e si è qualificata con ampio merito.

Noi tifosi dei Grigi non ce la dimenticheremo più questa partita. Non la dimenticheranno di certo coloro che a Palermo ci sono andati (e sono tanti!), che hanno sostenuto la squadra per tutto il tempo e sono ritornati sullo stesso aereo ebbri di gioia e con gli occhi lucidi. Non la dimenticheranno neanche coloro che l’hanno vista in Tv o in rete, con gli amici o in solitudine, magari in una pausa conquistata faticosamente dal lavoro, o coloro che non sono riusciti a vederla in diretta, e hanno trepidato consultando il cellulare o attendendo il risultato finale, per poi condividere tutti la stessa gioia.

Un palcoscenico adeguato al nostro glorioso passato, una società e uno stadio della massima categoria, il nome dei giocatori impressi sulle maglie, un centravanti campione del mondo come avversario, una gara condotta con una maturità, una grinta e una classe commuoventi, e poi – dopo la vittoria – gli articoli sui maggiori quotidiani sportivi e non, gli approfondimenti sulla città e sulla squadra, e la sensazione che da qui possa nascere tutta un’altra storia.

Sul campo, una prova maiuscola di tutti i giocatori dell’Alessandria, con un Nicco, un Marras, un Loviso, perfino un Marconi, dopo le difficoltà di inizio campionato, in stato di grazia. E non finisce qui. Martedì 15 dicembre, alle ore 19.15, si va a Marassi a sfidare il Genoa, una società con ancor più blasone, e per giunta con una tifoseria caldissima gemellata con quella grigionera. Sarà un momento speciale, una festa di sport, e nel cuore di ogni tifoso, accanto alla gratitudine per chi ha saputo compiere la bella impresa di mercoledì, c’è anche la speranza – per quanto poche siano le possibilità – che il sogno continui…

Nel frattempo è fondamentale concentrarsi sul campionato, con l’obiettivo di recuperare presto i due punti che ci separano dalla vetta. La tifoseria si sta preparando per Mantova, ed è importante far sentire la vicinanza e il sostegno alla squadra. L’ambiente ha avuto una scossa salutare, e c’è da augurarsi che l’impresa del Barbera di Palermo porti ancora più appassionati allo stadio. I giocatori e la società se lo meritano. Finalmente gli sforzi fatti stanno dando dei risultati molto positivi, e procedendo tutti uniti non ci saranno preclusi traguardi sempre più ambiziosi. Un passo alla volta, però, evitando distrazioni.

A cura di Giorgio Barberis

Un’indimenticabile giornata siciliana…
Una mattina nebbiosa, grigia, come molte in questo periodo dell’anno da noi, in Alessandria. Ci svegliamo presto, alle 5 siamo tutti e sei in macchina decisi a vivere insieme una bella giornata con gli altri amici e compagni di questa evventura palermitana.

Arriviamo finalmente a Bergamo, da dove partirà il nostro volo. Durante il viaggio si chiacchiera ma, subito dopo l’atterraggio a Punta-Raisi, l’adrenalina comincia a salire e parte il coro che, in occasione delle trasferte, si intona all’entrata del settore ospiti: “Eccoci qua, noi della Nord…”. In taxi arriviamo in centro dove, dopo un breve giro, troviamo un ristorante che offre un ottimo menù a base di pesce.

Oramai ci siamo, manca poco all’inizio della gara. Prendiamo nuovamente un taxi che ci porta direttamente allo stadio “Renzo Barbera”. Con il calcio di inizio prende corpo un sogno che si realizzerà in 90 minuti. Dall’entrata allo stadio fino al fischio finale (e oltre) nessuno ha mai smesso di cantare ed incitare i ragazzi in maglia grigia. Al 94’ minuto, come dentro ad un sogno, si è scatenato il delirio collettivo. Ciascuno ha potuto esprimere le proprie emozioni nei più diversi modi: alcuni ridevano, altri, ancora increduli per l’impresa, rimanevano senza parole, altri liberavano la tensione nel pianto.

Dopo aver tributato e ricevuto il giusto ringraziamento ed il saluto dei ragazzi, del mister, del presidente e di tutto lo staff dell’Alessandria (sotto il settore a noi riservato), siamo stati riportati, sotto scorta, all’aeroporto. In attesa del check-in e dell’imbarco dolci siciliani a volontà con arancini e cannoli. A coronamento di una giornata già di per sè memorabile, ancora una bella sorpresa ci aspettava. La squadra, arrivata nel frattempo dallo stadio, ha atteso l’imbarco e viaggiato con tutti noi tifosi. Tante le foto ed i selfie fatti con i giocatori ed il mister, tutti cordiali, disponibili e, ovviamente, “gasatissimi”.

Dopo un’ora e quarantacinque minuti di cori “aerei” dedicati ai Grigi e altre due ore di autostrada, siamo rientrati nella nostra “amata” e grigia nebbia alessandrina alle tre del mattino. Essere stati testimoni di un’impresa sportiva della nostra Alessandria, aver provato un’emozione indescrivibile per aver partecipato a questo evento, non ha prezzo. Orgogliosi di essere Grigi.
A cura di: Claudio Spinolo, Mario Lupo, Simone Spadavecchia, Marco Cascia, Stefano Grassano, Raffaele Capone.

http://www.alessandrianews.it/alessandria/stato-grazia-122198.html

Pres. Alessandria: “Impresa del Barbera mi ha commosso. Oggi patron, ma ero un tifoso da curva”
Il presidente ha raccontato alla Gazzetta dello Sport la sua atipica veste di tifoso da curva e patron

Luca Di Masi è stato uno dei protagonisti mediatici di queste ore di festa per l’Alessandria che ha espugnato il Barbera eliminando i rosanero dalla Coppa Italia. Il massimo dirigente dei piemontesi è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport. “L’impresa di Palermo mi ha fatto venire le lacrime agli occhi dalla gioia – ha dichiarato -. La stessa emozione l’avevo provata quando da ragazzo andavo in curva e ci fu un’invasione alessandrina a Trino Vercellese. Da presidente porto nel cuore la promozione ottenuta sul campo della Lavagnese e la vittoria a Pavia dell’anno scorso, con oltre mille tifosi al seguito e la curva tutta grigia. Seguivo la squadra ogni domenica dagli spalti, ero uno di loro e adesso vederli felici da presidente è la cosa più bella che ci sia”.

http://www.mediagol.it/notizie/pres-alessandria-impresa-del-barbera-mi-ha-commosso-oggi-patron-ma-ero-un-tifoso-da-curva/

 

12341035_10205174463336622_302176769687960570_nManuel Marras: Nel mio piccolo questo è un sogno che si avvera battere il Palermo e andare a giocare a Marassi contro il Genoa..abbiamo fatto un impresa ora viene il bello..siamo grandi niente da dire! Forza grigi.

L’impresa dei grigi sul web: la rassegna dei giornali online

PALERMO – “Colpaccio”, “impresa”, “clamoroso”. L’impresa dell’Alessandria a Palermo ha ovviamente catalizzato i titoli dei giornali online nazionali. Ecco una breve carrellata, dalla Gazzetta a Sportmediaset, Tuttosport, Corriere dello Sport fino al Giornale di Sicilia.

Galleria immagini

corriere_SPORTgazzettagiornale_siciliasport_mediasetsportmediaset tuttosport

Created with Nokia Smart Cam
Created with Nokia Smart Cam
Created with Nokia Smart Cam
Created with Nokia Smart Cam
Created with Nokia Smart Cam
Created with Nokia Smart Cam
Created with Nokia Smart Cam
Created with Nokia Smart Cam
Created with Nokia Smart Cam
Created with Nokia Smart Cam
Created with Nokia Smart Cam
Created with Nokia Smart Cam

Siamo diventati internazionali, persino negli States si sono accorti di noi

ESPN

Lega Pro side Alessandria knock out Serie A’s Palermo in Coppa Italia

download

Lega Pro outfit Alessandria sprung a Coppa Italia shock as they won at Serie A side Palermo to book a place in the fifth round.

Franco Vazquez was dismissed midway through the first half as the top-flight club slipped to a 3-2 defeat, with third-tier Alessandria booking another trip to Serie A opposition when they travel to face Genoa in the next stage of the competition.

The hosts fell behind early on to a Massimo Loviso penalty, before their task was made harder by Vazquez’s red card.

Michele Marconi added a second for the visitors just moments later as Luca D’Angelo’s side went in at half-time two goals up.

Palermo looked set to stage a comeback as Aleksander Trajkovski pulled a goal back 10 minutes after the interval and the Macedonia international then hit the crossbar.

But it was the third-tier side who wrapped up the game with eight minutes remaining as Gianluca Nicco added another — which was enough to send Alessandria through despite Alberto Gilardino’s late strike.

In Brasile

futebolinternacional/futebolitaliano/noticias
página inicialnotícias
Publicada em 03/12/2015, às 04:57
Alessandria apronta zebra na Copa Itália

Por Vinicius Fernandes Batista
Nesta quarta-feira (2), pela quarta fase da Copa Itália, o Palermo deu vexame ao cair diante do Alessandria, em pleno Stadio Renzo Barbera, na cidade de Palermo: 2 x 3.

Logo aos 4 minutos, M. Loviso, de pênalti, abriu o placar para os visitantes, que ampliaram aos 23′ com M. Marconi, um minuto depois da expulsão de F. Vázquez. A. Trajkovski diminuiu aos 10′ do segundo tempo para o time da elite do país, mas aos 37′ G. Nicco fez o terceiro tento do time da Série C italiana, que teve R. Sabato levando cartão vermelho no minuto seguinte. Aos 40′, A. Gilardino reduziu novamente a diferença, em vão.

Assim, o Alessandria garantiu vaga nas oitavas de final do torneio. Demais resultados: Milan 3 x 1 Crotone, Spezia 2 x 0 Salernitana, Verona 1 x 0 Pavia e Udinese 3 x 1 Atalanta.

Nesta quinta-feira (3) acontecem os últimos dois duelos desta quarta etapa da competição: Carpi x Vicenza e Sassuolo x Cagliari.

http://www.futnet.com.br/futebolinternacional/futebolitaliano/noticias/?428172-alessandria-apronta-zebra-na-copa-italia

Campinas, SP, 02 (AFI) – A Copa da Itália conheceu nesta quarta-feira mais três equipes classificadas às oitavas de final, fase em que os oito melhores times da última edição do Campeonato Italiano farão suas estreias. No dia anterior, Milan, Spezia e Torino avançaram. Agora os vencedores foram Udinese, Verona e o surpreendente Alessandria, que eliminou o Palermo, na Sicília.

Por fim, a grande surpresa do dia. Na Sicília, o Alessandria, clube da terceira divisão, eliminou o Palermo com uma vitória por 3 a 2. O rival nas oitavas de final será o Genoa, em Gênova.

http://www.futebolinterior.com.br/futebol/Futebol-Mundo/noticias/2015-12/COPA-DA-ITALIA:-Udinese-ganha-e-encara-Lazio-nas-oitavas

A Cuba

Udinese y Hellas Verona a octavos de la Copa Italia
Resúmenes, TIM Cup por RogerM.
TIM CupUdinese y Hellas Verona pasaron hoy a los octavos de final de la Copa Italia de fútbol, que definirá sus últimos dos boletos mañana en los partidos entre Sassuolo-Cagliri y Carpi-Vicenza. El veterano Antonio Di Natale (minutos cinco, de penal, y 76) y el croata Stipe Perica (57) marcaron para el club bianconeri, y Gaetano Monachello empató transitoriamente para los derrotados (48).
Por su parte, Hellas Verona venció 1-0 al Pavia, de la tercera división, con un gol del brasileño Claudio Winck (46) en el debut de su nuevo técnico, Luigi Del Neri.
En primer turno, Alessandria, de la tercera categoría, sorprendió con un triunfo de 3-2 ante el Palermo como visitante.
Massimo Loviso (minuto cuatro), Michele Marconi (23) y Gianluca Nicco (82) marcaron para los ganadores y el macedonio Aleksandar Trajkovski (55) y Alberto Gilardino (85) descontaron por el club sicialiano.
El programa de los dieciseisavos de final de la Copa Italia comenzó el martes, cuando se clasificaron AC Milán, Torino y Spezia, de la tercera división.
En la próxima ronda, Torino visitará al campeón defensor, Juventus, en el clásico de la ciudad, y el AC Milan viajará a Génova para enfrentar a Sampdoria y Spezia jugará en el estadio Olímpico ante Roma.
Los dieciseisavos de final se completarán mañana, cuando Sassuolo-Cagliri (Serie B) y Carpi-Vicenza (también de la segunda categoría), definirán los rivales en octavos de final de Inter y de Fiorentina, respectivamente.
En la venidera instancia se enfrentarán además el subcampeón, Lazio, ante Udinese; Nápoles (actual líder de la Serie A) contra Hellas Verona y Génova ante Alessandria.
Tomado de: PL

http://conexiondeportiva.cubava.cu/2015/12/03/udinese-y-hellas-verona-a-octavos-de-la-copa-italia/

in Costa Rica

Palermo fue eliminado de la Coppa Italia por el “desconocido” Alessandria
Escrito por Oscar Hernández Bravo
Publicado: 02 Diciembre 2015

CVO94xOXIAAPIqd

El Palermo se despidió este miércoles de la Coppa Italia, al caer en casa 2-3 ante el Alessandria de la tercera división. En este compromiso no participó el tico Giancarlo González.

El equipo donde milita González ratifica así que no ha tenido una buena temporada, pues en la Serie A destacan en la casilla 16, entre los 20 cuadros participantes.

PALERMO-ALESSANDRIA 2-3 (0-2)

PALERMO (4-3-1-2) Colombi; Rispoli (6’st Morganella), Andelkovic, El Kaoutari, Daprelà; Rigoni (6’st Gilardino), Maresca, Hiljemark; Vazquez; Quaison (30’st Pezzella), Trajkovski. (Sorrentino, Bolzoni, Goldaniga, Lazaar, Cassini, Gonzalez, Brugman, Struna, La Gumina). All. Ballardini.

ALESSANDRIA (4-3-3) Vannucchi; Celjak, Sosa, Sirri, Sabato; Nicco, Loviso (22’st Mezavila), Branca; Marras, Marconi (16’st Bocalon), Iunco (12’st Fischnaller). (Nordi, Picone, Terigi, Morero, Cittadino, Manfrin). All. Gregucci.

ARBITRO Nasca di Bari

GOLES: Loviso (A) AL 4’, Marconi (A) al 21’; Trajkovski (P) al 10’, Nicco (A) al 37’, Gilardino (P) al 40’.

fonte: http://everardoherrera.com/index.php/legionarios-2/16455-palermo-fue-eliminado-de-la-coppa-italia-por-el-desconocido-alessandria

In Argentina

in Argentina…………Anotaciones Palermo vs Alessandria de 02/12/2015:
Alessandria a los 4′ por M. Loviso (pen.), Alessandria a los 23′ por M. Marconi, Palermo a los 55′ por A. Trajkovski, Alessandria a los 82′ por G. Nicco, Palermo a los 85′ por A. Gilardino,

Visualizza traduzione
Partido Palermo contra Alessandria 2015 Resultado, Hora Alessandria contra Palermo
Partido Palermo contra Alessandria 2015 Resultado, Hora Alessandria contra Palermo
EL-INDEPENDIENTE.COM.AR

In Asia

12310472_930115943737404_5718566213200677259_nAnche in Giappone si parla di grigi…

[コッパ・イタリア 4回戦 2015-16] USチッタ・ディ・パレルモ vs USアレッサンドリア・カルチョ1912

Tweet
Twitter
Facebook
はてなブックマーク
Google Plus
Pocket
2015年12月02日に行なわれたイタリア・カップ「コッパ・イタリア”TIMカップ” 2015-16」4回戦、USチッタ・ディ・パレルモ(1部)対USアレッサンドリア・カルチョ1912(3部)のYouTube速報動画です。

試合は、アウェーのアレッサンドリアがMFマッシモ・ロヴィーゾ(#21)とMFジャンルカ・ニッコ(#10)、FWミケーレ・マルコーニ(#9)のゴールによって、パレルモに2-3で勝利しました。

パレルモのFWアレクサンダル・トライコフスキ(#8)やFWアルベルト・ジラルディーノ(#11)がゴールを決めています。

 

Traduzione: [Quarto turno di Coppa Italia 2015-16] US Città di Palermo vs US Alessandria Calcio 1912

2015 Coppa italiana, che si è tenuto il 02 dicembre, “Coppa Italia” Tim Cup “2015-16” quarto turno, YouTube di US Città di Palermo (1 parte) vs. US Alessandria Calcio 1912 (3 parti) Rottura è un video.

La partita, via di Alessandria è MF Massimo Rovu ~ izo (# 21) e MF Gianluca Nikko (# 10), per l’obiettivo di FW Michele Marconi (# 9), è stato vinto da 2-3 a Palermo.

 

Palermo FW Aleksandar Trajkovski (# 8) e FW Alberto Gilardino (# 11) hanno segnato un gol.

In Australia

3 DEC 2015 – 11:13AM
Lega Pro side Alessandria knock out Palermo

Andrea Rispoli of US Citta di Palermo (C)  in action during the TIM Cup match between US Citta di Palermo and US Alessandria at Stadio Renzo Barbera on December 2, 2015 in Palermo, Italy.
Andrea Rispoli of US Citta di Palermo (C) in action during the TIM Cup match between US Citta di Palermo and US Alessandria at Stadio Renzo Barbera on December 2, 2015 in Palermo, Italy.

Third-tier Alessandria sprung a Coppa Italia shock as they won at Serie A side Palermo to book a place in round five.

Franco Vazquez was dismissed midway through the first half as the top-flight outfit slipped to a 3-2 defeat, with Alessandria booking another trip to Serie A opposition as they travel to face Genoa in the next round.

The hosts fell behind early on to a Massimo Loviso penalty before their task was made harder by Vazquez’s red card.

Michele Marconi added a second for the visitors just moments later as Luca D’Angelo’s side went in at half-time two goals up.

Palermo looked set to stage a comeback as Aleksander Trajkovski pulled a goal back 10 minutes after the interval and the same player then hit the crossbar.

But it was the Lega Pro side who wrapped up the game with eight minutes remaining as Gianluca Nicco added a third – which was enough to send Alessandria through despite Alberto Gilardino’s late strike.

Alessandria’s Lega Pro rivals Pavia did not have as much joy as they were knocked out by Verona.

Serie A’s bottom side avoided an upset with a 1-0 victory at Stadio Marc’Antonio Bentegodi as substitute Claudio Winck struck in injury-time.

Luigi Delneri’s side have yet to win a game in the league this season but will now face Napoli in the fifth round.

Meanwhile, Udinese won an all-Serie A clash as they saw off Atalanta with Antonio Di Natale hitting a brace in a 3-1 victory.

The 38-year-old veteran opened the scoring with a fourth-minute penalty but Gaetano Monachello levelled for Atalanta shortly after half-time.

The hosts re-established their lead through Chelsea loanee Stipe Perica before Di Natale’s second secured safe passage and a trip to Lazio in round five.

http://theworldgame.sbs.com.au/article/2015/12/03/lega-pro-side-alessandria-knock-out-palermo

Precedente MARENGO di Piero Milanese Successivo NATALE 2009 - LA CITTA' DELLA LUCE