Poesia d’amore in dialetto

Aurijsa esi present ant ti tò sogn,
esi la tò rosa sensa spen-ni, u tò tulipon,
esi u ciel sren del tò pu bell giurnà,
esi u tò sù, la to canson, la tò felicità.
Vulè con te per mon ans’na niula bionca
e uardonti sempr ant’ogg, vulè lunton.
Crujemm auzen a te ans’la sabbia couda
quond cui tramonta u sù e, ant l’aria rosa,
sfiurètt col lavri j’ogg,
fin quond cui ven la nocc.

Precedente 10 giugno 1940. Il Duce in Alessandria Successivo Lisòndria: la me sità