Crea sito

Per on amis…per on Natal

A Tucc i me amiz.

Per on amis… per on Natal

Voeuj regalatt, adess che vegn Natal,
on scatolin ligaa coi mè penser,
dervel pian pian, e ciar come lugher
che straluscia in la nott, sora on falò,
involtiaa in d’on vel de fantasia,
trii fagottitt legger che adess hinn tò.

In del primm gh’hoo mettuu di bei color
per colorà i tò or on po sbiavii;

In del segond on boff de ventesell
de quell pussee gajard
che’l spazza, e’l suga nivoj e scigher
perché intorna al tò coeur,
via quell che doeur,
se faga on ciel seren;

In del terz ‘na quaj nota d’on carjon
per carezzà i tò sogn, i tò magon,
i regord pussee bei, i delusion,
per ninà i tò speranz ch’hinn restà lì…

Per un amico… per un Natale

Voglio regalarti, ora che viene Natale,
un astuccio legato con i miei pensieri,
aprilo adagio, adagio, e chiari come faville
che luccicano nella notte, sopra un falò,
avvolti in un velo di fantasia,
tre pacchetti leggeri che ora sono tuoi.

Nel primo ho messo dei bei colori
per colorare le tue ore un po’ sbiadite;

Nel secondo un alito di vento
quello più gagliardo
che spazza via e asciuga nuvole e nebbie
perché intorno al tuo cuore,
sparisca ciò che duole,
e si faccia il sereno;

Nel terzo, qualche nota d’un carillon
Che accompagni i tuoi sogni, le tue tristezze,
i ricordi più belli, le delusioni,
per cullare le tue speranze che son rimaste lì…
(Ada Lauzi)