Pasticceria Gallina

Pasticceria Gallina - La storia Nel 1906 Giuseppe Gallina inizia l’attività come garzone nella pasticceria Chiabrera di Alessandria per poi trasferirsi a Torino nel 1910. Dopo alcuni anni di apprendistato con altri coetanei si trasferisce a Napoli nel laboratorio del maestro Coccia (autore di diversi libri sui dolci) dove affina la sua arte pasticcera. Dopo una parentesi al fronte durante la prima guerra mondiale torna a Napoli per un periodo per poi trasferirsi prima a Roma e successivamente a Genova, dove si sposa. In seguito decide di far ritorno ad Alessandria dove aprirà in proprio un piccolo laboratorio in via Palestro. Da li a qualche anno entra ad aiutarlo anche il figlio Lorenzo al quale tramanda l’arte pasticcera. Nel 1968 Lorenzo si trasferisce definitivamente in via Vochieri 46, dove con la moglie Anna amplierà l’attività che continua ancora ai giorni nostri coi figli Giuseppe, Fulvio e Angela e ultimamente con il nipote Emilio. Con Emilio si arriva così alla quarta generazione di pasticceri Gallina. Questa pasticceria fonda le sue radici nella più pura tradizione della pasticcera piemontese, dove tutti i suoi prodotti sono lavorati fedelmente secondo antiche ricette. Le materie prime sono di elevata qualità, dalla nocciola rigorosamente piemontese (chiamata la “tonda gentile delle langhe”) che si riconosce per il suo profumo e il suo inimitabile gusto, il cioccolato che viene scelto tra le migliori ditte sul mercato ed il burro che viene prodotto nella zona del cuneese famosa per le sue mucche da latte, l’insieme di queste scelte permette di offrire alla clientela un prodotto qualitativamente pregiato. Il prodotto di pregio di questa pasticceria sono i “Baci Gallina”, lavorati come tradizione vuole dalle mani sapienti dei pasticceri e che racchiudono in se tutto il sapore ed il profumo della nostra terra. Anche la confezione è artigianale, infatti come da tradizione ogni sacchetto ed ogni scatola viene riempita con i baci fasciati ancora a mano dalle commesse Giuliana, Angela e Margherita. Tutto questo unito alla gentilezza ed al rispetto verso il cliente crea la base del successo della pasticceria Gallina.
Pasticceria Gallina – La storia<

br /> Nel 1906 Giuseppe Gallina inizia l’attività come garzone nella pasticceria Chiabrera di Alessandria per poi trasferirsi a Torino nel 1910.
Dopo alcuni anni di apprendistato con altri coetanei si trasferisce a Napoli nel laboratorio del maestro Coccia (autore di diversi libri sui dolci) dove affina la sua arte pasticcera.
Dopo una parentesi al fronte durante la prima guerra mondiale torna a Napoli per un periodo per poi trasferirsi prima a Roma e successivamente a Genova, dove si sposa. In seguito decide di far ritorno ad Alessandria dove aprirà in proprio un piccolo laboratorio in via Palestro. Da li a qualche anno entra ad aiutarlo anche il figlio Lorenzo al quale tramanda l’arte pasticcera.
Nel 1968 Lorenzo si trasferisce definitivamente in via Vochieri 46, dove con la moglie Anna amplierà l’attività che continua ancora ai giorni nostri coi figli Giuseppe, Fulvio e Angela e ultimamente con il nipote Emilio.
Con Emilio si arriva così alla quarta generazione di pasticceri Gallina.
Questa pasticceria fonda le sue radici nella più pura tradizione della pasticcera piemontese, dove tutti i suoi prodotti sono lavorati fedelmente secondo antiche ricette.
Le materie prime sono di elevata qualità, dalla nocciola rigorosamente piemontese (chiamata la “tonda gentile delle langhe”) che si riconosce per il suo profumo e il suo inimitabile gusto, il cioccolato che viene scelto tra le migliori ditte sul mercato ed il burro che viene prodotto nella zona del cuneese famosa per le sue mucche da latte, l’insieme di queste scelte permette di offrire alla clientela un prodotto qualitativamente pregiato.
Il prodotto di pregio di questa pasticceria sono i “Baci Gallina”, lavorati come tradizione vuole dalle mani sapienti dei pasticceri e che racchiudono in se tutto il sapore ed il profumo della nostra terra.
Anche la confezione è artigianale, infatti come da tradizione ogni sacchetto ed ogni scatola viene riempita con i baci fasciati ancora a mano dalle commesse Giuliana, Angela e Margherita.
Tutto questo unito alla gentilezza ed al rispetto verso il cliente crea la base del successo della pasticceria Gallina. Pasticceria storica di Alessandria (in via Vochieri, 46 – tel. 013152791), nelle edizioni di Golosaria a Milano ha stupito una delegazione di giapponesi con i suoi Baci di Gallina, ossia baci di dama di forma allungata che hanno nell’impasto il cacao (impossibile non conoscerli). Ci sono poi i Gallinotti, gli amaretti e la torta Baciona, un gustoso impasto di farina di nocciole farcita con una ganache di cioccolato fondente. Oltre alle praline di cioccolato fatte a mano, secondo un’antica ricetta del nonno, hanno iniziato a preparare la nèira e la ciàra, creme di nocciole dedicate alla Cittadella Militare di Alessandria, sito del FAI, e ottenute con un 58% di nocciole Piemonte, zucchero e cacao.

 

 

 

Precedente Via Lodi Successivo All'inizio degli anni 60. riprende la tradizione degli usi goliardici.