Precedente LA ME PUESIA – da “Emusiòn lisandren’ni” Successivo Panorama della campagna intorno a Masio.