LA ME PUESIA – da “Emusiòn lisandren’ni”

RICORDO DI UN AMICO
GIANCARLO PRATO (Poeta dialettale alessandrino)

LA ME PUESIA – da “Emusiòn lisandren’ni”

L’è difìcil parlè ‘d puesia an t’ist nòster mònd d’adès
andònda ch’us sènt ammàchi parlé ad guèra,
andònda che j’òmi i sa scanu tra d’ lur per avej sucès
e la droga la cuncima tùta la tèra,
l’à fac nasi dapertùt tònta viulènsa,
l’à sufucà c’me la gramigna ogni sentimènt.
La me puesìa la và nent d’acòrdi cun la preputènsa,
‘l’à d’abzògn d’esi libera … libera c’me ‘l vènt,
libera ‘d vulè, ad fugnè an t’ogni cantòn,
fermèsi quòndi c’la trova tenereza
e serché ad trazmeti a la gent ùn emusiòn
ònche s’l’è sultònt la semplisità d’ùna carèza.
La me puesìa l’è l’inucensa an t’j’og d’ùna masnà,
‘na lacrima d’amur o ùn timid suriz,
scrìcia cun paròli povri e an po’ d’ingenuità,
da lèzi sutvuz ansèma ‘na brancà d’amìz.
Le me puesìa l’è ùn usterèa, ùn bicèr ad ven,
doi veg ch’i vòn a spas t’nindsi sutbrazèta,
‘na mama c’la dà u lac au so bambèn
o ùn pòver diau ch’el goja da per tèra ùn gigu ‘d sigarèta.

TRADUZIONE

LA MIA POESIA – da “Emozioni alessandrine”

E’ difficile parlare di poesia nel nostro mondo attuale
dove si sente parlare solo di guerra,
dove gli uomini si scannano fra loro per aver successo
e la droga concima tutta la terra,
ha fatto nascere dappertutto tanta violenza,
ha soffocato come l’erba cattiva ogni sentimento.
La mia poesia non va d’accordo con la prepotenza,
ha bisogno di essere libera … libera come il vento,
libera di volare, di ricercare curiosamente in ogni angolo,
fermarsi quando trova la tenerezza
e cercare di trasmettere alla gente un’emozione
anche se è soltanto la semplicità di una carezza.
La mia poesia è l’innocenza negli occhi di un bambino,
una lacrima d’amore o un timido sorriso,
scritta con parole povere e un po’ d’ingenuità,
da leggere sottovoce assieme a un piccolo gruppo di amici.
La mia poesia è un’osteria, un bicchier di vino,
due anziani che vanno a passeggio tenendosi sottobraccio,
una mamma che allatta il suo pargoletto
o un povero diavolo che raccolga da terra un mozzicone di sigaretta.

Precedente Monia ha donato arte e improvvisazione artistica - Corso Roma (Aprile 2015) Successivo Novi Ligure - Adunata fascista