1912-13 – Alessandria FBC

Alessandria FBC 1912-13: al primo campionato ufficiale è subito promozione. L'Alessandria rimarrà nella massima serie fino al 1936-37 senza mai retrocedere.
Alessandria FBC 1912-13: al primo campionato ufficiale è subito promozione. L’Alessandria rimarrà nella massima serie fino al 1936-37 senza mai retrocedere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo alcuni mesi di onorata attività iniziata nel 1911, l’Alessandria F.B.C., nome che da ottobre del 1912 la sez. Calcio della Forza e Coraggio aveva dato alla squadra di football, si accinge ad apprestare il primo campionato della sua gloriosa storia. La prima casacca è grigia dopo aver indossato in alcune delle precedenti partite di torneo o amichevoli la maglia celeste con banda bianca verticale donata dalla Vigor Torino. I primi giocatori sono Pezzati, Ticozzelli, Barile, Ratti I, Savojardo, Prato, Formini, Ricci II, Brunoldi, Du Jardin, Bosio che costituiscono perciò il primo undici ufficiale nella storia della società mandrogna. L’Alessandria disputa così il campionato di promozione 1912-13 che in realtà si gioca interamente nei primi mesi del 1913. Le avversarie sono la Veloces di Biella e la Vigor di Torino. Il 30 marzo 1913 sul campo neutro di Novara, i Grigi battono la Vigor Torino per 3-0 con goal di Formini, Du Jardin e Ricci II e ottengono la promozione in massima serie dove esordiranno nella stagione successiva. Le due squadre al termine del torneo si trovano appaiate al primo posto in classifica necessitando quindi di un incontro di spareggio che i mandrogni vincono con netta ed indiscussa superiorità di fronte ad un numeroso pubblico. Rangone, oltre che direttore sportivo, ricoprì il ruolo di trainer e si avvalse di un’intelaiatura quasi fissa con una rosa di 12 elementi composta oltre dagli undici citati anche da Lazoli I che fu schierato in una sola occasione.

Per i dettagli sulla rosa e sulle partite disputate con i tabellini consultare il sito www.museogrigio.it

1912 - Nasce, o meglio rinasce, il calcio in Alessandria, poichè non tutti sanno che una squadra, l'Unione Pro Sport, vinse a Genova, nel 1897, l'ultimo torneo prima che questo diventasse ufficialmente l'attuale campionato della massima serie. La squadra qui in posa è la sezione calcistica della Società ginnica "Forza e Coraggio". Questa la formazione: da sinistra in alto, in borghese, Enrico Badò (general manager), Tosini, Ricci II, Viazzi, Formini, Ricci I; accosciati, Alfredo Ratti, Savoiardo, Migliardi; seduti, Rossanigo, Ghezzi, Prato. Da allora, la lunga linea grigia tracciata con tanta forza e tanto coraggio non si è mai interrotta ma ai giorni nostri sembra essere un pò tutto affievolito.
1912 – Nasce, o meglio rinasce, il calcio in Alessandria, poichè non tutti sanno che una squadra, l’Unione Pro Sport, vinse a Genova, nel 1897, l’ultimo torneo prima che questo diventasse ufficialmente l’attuale campionato della massima serie. La squadra qui in posa è la sezione calcistica della Società ginnica “Forza e Coraggio”. Questa la formazione: da sinistra in alto, in borghese, Enrico Badò (general manager), Tosini, Ricci II, Viazzi, Formini, Ricci I; accosciati, Alfredo Ratti, Savoiardo, Migliardi; seduti, Rossanigo, Ghezzi, Prato.
Da allora, la lunga linea grigia tracciata con tanta forza e tanto coraggio non si è mai interrotta ma ai giorni nostri sembra essere un pò tutto affievolito.

alessandria-1912U.S. AlessandriaAlessandria Calcio - 1912

Precedente Il Carnevale in Alessandria e la Battaglia del Borotalco Successivo La Cattedrale di Alessandria (Il Duomo)