9 dicembre – Accadeva oggi, curiosità dal passato.

L’intero territorio di Rivalta, alle sponde del fiume Bormida è accorpato al territorio alessandrino con l’accordo stipulato il 9 dicembre 1217.

Gli Asburgo affidano ad Antonio Guasco la gestione del territorio di Alessandria e dintorni; gli alessandrini gli giurano fedeltà il 9 dicembre 1535.

Il Magistrato d’istanza in città scrive al Commissario un’importante missiva, giovedì 9 dicembre 1593, tramite la quale sottolinea la costante minaccia del Tanaro, oggetto di copiosi straripamenti negli ultimi tempi. I contadini sono disperati, i raccolti dei mesi passati sono stati scarsi a causa delle inondazioni, la semina è a rischio, per lo stesso motivo la città sollecita l’urgente realizzazione delle opere per consolidare l’argine sulle sponde dei due fiumi, nel contempo allega il progetto sottoscritto dall’ingegnere Clarici in seguito al sopralluogo effettuato lo scorso mese, infine auspica sia attivato in tempi brevissimi, constatata l’imminenza dell’inverno.

I nostri antenati sono idealmente a Torino, costernati in seguito al decesso dell’Architetto di Corte, di soli 68 anni, Benedetto Alfieri, avvenuto mercoledì 9 dicembre 1767 in seguito ad una polmonite. Egli è stato il progettista del magnifico Palazzo Guasco nonchè di altre opere di notevole interesse sul territorio alessandrino.

La nostra città è sotto scacco dal banditismo, molti lamentano sia la conseguenza del labile governo cittadino: intanto a far data da domenica 9 dicembre 1798, il prezzo del grano tocca lire 46, quello del pane 2 soldi, i commercianti non vogliono essere pagati in denaro ritenuto inflazionato, si predilige ritornare alla forma del baratto.

Precedente Rom d'antan (1926) in riva al Tanaro Successivo Mappe della rete tranviaria urbana di Alessandria